Servizi

Endocrinologo
Centro medico Minerva Savona

Prestazioni offerte

Endocrinologia

  • Visita endocrinologica
  • Visita endocrinologica di controllo
  • Visita + Ecotomo tiroidea

Andrologia

  • Visita andrologica
  • Test erettivo

Diabetologia

  • Visita diabetologica
  • Visita inquadramento ulcere del piede diabetico
  • Visita inquadramento piede diabetico doloroso deformato (Charcot)

Certificati

  • Certificato propedeutico rinnovo patente
  • Relazione per richiesta invalidità online (preparata direttamente sul sito dell’INPS)

 

Il nostro specialista

Al Centro Medico Minerva a Savona collaboriamo con il dott. Boffano Gian Mario , primario del reparto endocrinologia a Torino. Il dottore è specializzato in Endocrinologia, Diabetologia (diabetologo) ed Andrologia (andrologo).

L’alto grado di specializzazione lo rendono un punto di riferimento per i pazienti con diabete e nel trattamento delle sue complicazioni.

Il dott. Boffano Gian Mario

  • Dirigente medico della divisione di Endocrinologia dell’ospedale Molinette di Torino.
  • Presidente associazione per diabetici. Associazione per la divulgazione e formazione del paziente diabetico.
  • Consulente superspecialistico ospedaliero per Complicanze Diabete - Piede Diabetico - PDTA, Neuroartropatia Charcot, Dislipidemia, Diabete e Gravidanza.
icona ospedale

Dirigente medico

Il dottore è attualmente dirigente medico reparto endocrinologia dell'ospedale Molinette di Torino.

icona eccellenza

32+ anni di esperienza

Il dottore esercita come specialista in endocrinologia da oltre 32 anni garantendo un servizio di alta qualità per il paziente.

icona chirurgia

Specialista del diabete

Negli anni di carriera ha maturato una forte conoscenza nella diagnosi e trattamento del diabete, fino a diventare presidente di un associazione volta all'assistenza del paziente diabetico.

 

 

Info sulle prestazioni

Endocrinologia

La visita endocrinologica che svolgiamo nel nostro centro di Savona viene svolta da personale medico estremamente specializzato.

Durante questa visita il medico endocrinologo indaga eventuali patologie endocrino-metaboliche.

Patologie frequenti

  • Tutte le disfunzioni ormonali e metaboliche. Tra queste troviamo le dislipidemie più disparate, disfunzioni del metabolismo calcio vitamina D, Paratormone e calcolosi renale, disfunzione della via dei matetetraidrofolati e catabolismo dell acido urico. Altre disfunzioni meno comuni come la sindrome metabolica , l’iperinsulismo e l’ovaio policistico.
  • Diabete e le sue complicanze, fino al temibile Piede Diabetico e la neuroartropatia di Charcot.
  • Tutta le patologie della tiroide con IPO e Ipertiroidismi e Tiroiditi.
  • Disordini di crescita e sviluppo compreso il nanismo ed il gigantismo.
  • Tutti i disordini autoimmuni correlati come vitiligine, Addison, ovarite con menopausa precoce, endometriosi, l’Hashimoto o il Basedow. Aspetti della patologia del capello o dell’acne che andranno completati in tricologia o dermatologia (visita il nostro reparto di dermatologia)

Sfera sessuale e senologica

Sfera sessuale e senologica

  • I disturbi erettivi maschili e l’eiaculazione precoce sono oggetto dell’approfondimento andrologico medico.
  • Disordini della fertilità singoli e di coppia, del ciclo ovarico, particolarità come l’ irsutismo e la peluria.
  • Galattorrea, ovvero la produzione di latte materno al di fuori dell’allattamento.
  • Ginecomastia (mammella che esordisce nell’uomo).
  • Irregolarità del ciclo, menopausa.

Sfera nutrizionale

  • Intolleranza glucidica e tute le complicazioni ad esso correlate.
  • Disturbi della nutrizione e del peso: sovrappeso, obesità, obesitá bariatriche e anoressie.
  • Disordini dovuti dall’alcolismo.

tumori

  • Tumori della tiroide e paratiroide sia benigni che maligni.
  • Tumori o adenomi ipofisari o di pertinenza ipofisaria.
  • Tumori surrenalici e disordini dell’asse ipotalamo ipofisi surrene

 

Come si svolge la visita endocrinologica

Il medico endocrinologo parte da un’anamnesi approfondita con analisi familiare, lavorativa, fisiologica, alimentare, allergologica, della funzione intestinale, maturazione sessuale e abitudini.

Successivamente l’attenzione si sposta sulla necessità di possibili approfondimenti diagnostici. Tra questi figurano esami biochimici, genetici e strumentali, utili per il medico per individuare una malattia endocrina sospettata.

La tipologia dell’esame richiesto varia in base al sospetto. Nella nostra clinica di Savona disponiamo di altri medici specialisti per cui questi esami possono essere effettuati in sede.

La visita endocrinologica può essere accompagnata da esami diagnostici strumentali, che variano dalla semplice misurazione dell’altezza, plicometria, esoftalometria e orchidometria.

Tra gli esami più specifici che possono essere fatti o richiesti nella visita endocrinologica troviamo

  • Compilazione delle tavole di Tanner
  • L’ecocolodoppler tiroideo o testicolare. Questo esame è possibile svolgerlo nel nostro centro di Savona nel reparto di diagnostica vascolare.
  • L’holter pressorio per 24 ore. Questo esame è possibile svolgerlo nel nostro centro di Savona nel nostro reparto di cardiologia.
  • Utilizzo e posizionamento di apparecchi gessati ultraleggeri e TCC (tutori per Total Contact Casting)
  • Apparecchi VAC
  • Laser diodo per irsutismo e ipertricosi

 

La visita endocrinologica di controllo è incentrata nel porre le possibili conclusioni e rimedi alle problematiche. Oppure, se i problemi si rivelano non essere causati da patologie endocrino-metaboliche, il paziente viene orientato verso la specialità corretta.

La visita endocrinologica di controllo è la parte più delicata della visita tra endocrinologo e paziente. Questa visita deve essere fatta di persona e non basta il semplice invio delle foto dei referti.

 

L'ecografia tiroidea, nota anche come ecotomografia tiroidea, è un esame non invasivo che utilizza onde sonore ad alta frequenza per creare immagini dettagliate della tiroide, una ghiandola endocrina situata alla base del collo.

La tiroide è responsabile della produzione di ormoni che regolano il metabolismo e il funzionamento del corpo, quindi è importante mantenere la sua salute. L'ecografia tiroidea può aiutare a identificare eventuali problemi, come noduli, cisti, infiammazioni o tumori.

Nel nostro centro a Savona viene fatta la ecotomo tiroidea dal dott. Boffano Gian Mario, esperto e specialista di endocrinologia. Grazie all’esame si possono diagnosticare le patologie tiroidee, ed è importante che tale esame venga eseguito da personale con esperienza ed in grado di interpretare le immagini correttamente.

 

Cosa aiuta a diagnosticare la ecotomo tiroidea

L'ecografia tiroidea può essere utilizzata per diagnosticare una serie di condizioni, tra cui:

  • I noduli tiroidei: sono le protuberanze che possono formarsi all'interno della ghiandola e che possono essere benigni o maligni.
  • La tiroidite: è un'infiammazione della tiroide.
  • Il gozzo: è un ingrossamento della tiroide.
  • Il tumore tiroideo: può essere benigno o maligno

 

Quando serve fare la ecotomo tiroidea

Ci sono diverse situazioni in cui può essere utile sottoporsi a un'ecografia tiroidea. Ad esempio:

  • In presenza di noduli tiroidei: sono le protuberanze che possono formarsi all'interno della ghiandola e che possono essere benigni o maligni. L'ecografia tiroidea può aiutare a determinare se un nodulo è solido o pieno di liquido e se presenta caratteristiche che potrebbero indicare un tumore maligno.
  • In caso di sintomi di malattie tiroidee: come ad esempio gozzo, tiroidite, ipertiroidismo o ipotiroidismo.
  • In caso di storia familiare di malattie tiroidee
  • In caso di alterazioni degli esami del sangue che riguardano la tiroide.

 

Come viene svolta la ecotomo tiroidea

Durante l'esame, il paziente si sdraia su un lettino ed il medico posiziona una sonda ecografica sulla pelle del collo, utilizzando un gel per migliorare la trasmissione delle onde sonore. La sonda emette onde sonore ad alta frequenza che rimbalzano contro i tessuti della tiroide, creando immagini dettagliate su un monitor.

L'ecografia tiroidea è indolore, sicura e non causa alcun danno ai tessuti. Tuttavia, in alcuni casi potrebbe essere necessario utilizzare un mezzo di contrasto per migliorare la qualità delle immagini, questo è somministrato per via orale o endovenosa.

 

Andrologia

La visita andrologica è un esame medico che si concentra sulla valutazione della salute dell'apparato genitale maschile. Il medico andrologo che svolge la visita andrologica nel nostro centro di Savona è il dott. Boffano Gian Mario.

 

Cosa viene valutato nella visita andrologica

Durante la visita, il medico valuterà la forma e le dimensioni dei testicoli, la presenza di eventuali ingrossamenti o tumori, e controllerà la funzionalità dell'erezione e dell'eiaculazione. Se necessario e richiesto, il medico eseguirà un esame dello sperma per valutare la quantità e la qualità degli spermatozoi.

La visita andrologica è importante perché permette di individuare precocemente eventuali problemi di salute, come ad esempio i tumori della prostata o dei testicoli.

Inoltre, è un'occasione per discutere con il medico eventuali problemi di infertilità o di disfunzione erettile e ricevere consigli su come prevenirli o trattarli.

 

Quando è consigliabile la visita andrologica

È consigliabile che gli uomini sottopongano a una visita andrologica almeno una volta all'anno, soprattutto dopo i 40 anni, quando il rischio di sviluppare problemi di salute legati all'apparato genitale maschile aumenta.

Tuttavia, se ci sono dei sintomi specifici o se c'è una storia familiare di problemi di salute, è consigliabile sottoporsi a una visita andrologica anche prima.

In generale, la visita andrologica è un esame semplice e indolore che permette di prendersi cura della propria salute sessuale e riproduttiva.

È importante non avere timore di discutere con il medico eventuali problemi o preoccupazioni, in modo da poter ricevere il giusto supporto e trattamento.

 

Le patologie scoperte durante la visita andrologica

  • Tumori della prostata e dei testicoli
  • Infiammazione della prostata (prostatite)
  • Disfunzione erettile
  • Problemi di infertilità maschile
  • Varicocele (gonfiore delle vene del testicolo)
  • Epididimite (infiammazione dell'epididimo)
  • Torsione testicolare (rotazione del testicolo fuori dalla sua posizione normale)
  • Criptorchidismo (mancata discesa dei testicoli)
  • Malattie a trasmissione sessuale
  • Calcoli renali
  • Ipertrofia prostatica benigna (ingrossamento della prostata)
  • La sindrome da spogliatoio (dolore acuto nei testicoli)
  • La sindrome del dolore testicolare acuto
  • La disfunzione erettile psicogena
  • La disfunzione erettile organica
  • La disfunzione erettile mista
  • La disfunzione erettile ansiosa
  • La disfunzione erettile da diabete.
Questa lista non è esaustiva e le patologie menzionate potrebbero essere scoperte solo in caso di sintomi specifici o in base alla storia medica del paziente.

Nel nostro centro di Savona la visita andrologica viene eseguita dal dott. Boffano Gian Mario, dirigente medico della sezione di endocrinologica dell’ospedale Molinette di Torino.

 

Il test erettivo è un esame medico utilizzato per valutare la funzionalità erettile maschile.

Il test erettivo viene svolto a Savona dal nostro specialista in endocrinologia dott. Boffano Gian Mario a e consiste in una serie di esami che valutano la capacità del paziente di avere e mantenere un'erezione.

Il test erettivo può essere effettuato in diverse modalità, tra cui:

  • Il test di provocazione farmacologica: consiste nell'iniezione di un farmaco vasodilatatore nei corpi cavernosi del pene, al fine di indurre un'erezione.
  • Il test di monitoraggio notturno delle erezioni: consiste nell'utilizzo di un dispositivo di monitoraggio che registra eventuali erezioni spontanee durante la notte.
  • Il test di risonanza magnetica: utilizza una risonanza magnetica per creare immagini dettagliate del pene e valutare la funzionalità erettile.

Il test erettile è un esame non invasivo e indolore, tuttavia, alcune modalità di esecuzione potrebbero causare qualche lieve fastidio.

 

A cosa serve il test erettivo

Il test erettile può essere utile per diagnosticare e trattare diverse condizioni, tra cui disfunzione erettile, problemi di infertilità maschile e problemi di salute della prostata. Inoltre, può essere utilizzato per valutare l'efficacia di eventuali trattamenti per queste condizioni.

 

Diabetologia

La visita diabetologica è un esame medico specialistico che viene effettuato da un endocrinologo, un medico specialista nella diagnosi e nella cura del diabete. La visita diabetologica nel nostro centro di Savona viene svolta da un vero specialista del diabete, il dott. Boffano Gian Mario.

Il diabete è una malattia cronica caratterizzata da un elevato livello di zucchero nel sangue, causato dalla incapacità del pancreas di produrre insulina o dall'incapacità del corpo di utilizzare l'insulina prodotta.

La visita diabetologica è un'occasione per valutare la salute del paziente e identificare eventuali problemi legati al diabete.

 

Cosa viene valutato durante la visita diabetologica

Durante la visita, l'endocrinologo esaminerà il paziente e gli chiederà informazioni sui suoi sintomi, sulla sua storia medica e sui suoi livelli di zucchero nel sangue.

Inoltre, potrebbe essere richiesto al paziente di sottoporsi ad alcuni esami di laboratorio, come ad esempio l'emoglobina glicosilata (HbA1c), che misura la media dei livelli di zucchero nel sangue nel corso degli ultimi tre mesi, l' esame delle urine, per verificare la presenza di microalbuminuria, un indicatore di danno renale nei pazienti diabetici e l'esame del colesterolo e dei trigliceridi nel sangue.

L'endocrinologo potrebbe anche valutare la funzionalità delle gambe e dei piedi del paziente, in quanto il diabete può causare danni ai nervi e ai vasi sanguigni, con conseguente aumento del rischio di ulcere e infezioni.

Inoltre, potrebbe essere valutato il fondo oculare del paziente per valutare se ci sono segni di retinopatia diabetica, una complicanza oculare del diabete. Nel nostro centro di Savona visita il dott. Dolci Antonio, ex primario di oculistica del Gaslini, esperto nelle manifestazioni del diabete a livello oculistico.

 

Quando viene consigliata la visita diabetologica

Per chiunque soffra di diabete (sia di tipo 1 che di tipo 2), la visita diabetologica è sempre consigliata. Uno dei motivi più importanti è l’aiuto della visita nell’evitare complicazioni del diabete e tenere monitorata la situazione.

La visita diabetologica è importante perché permette di identificare precocemente eventuali problemi legati al diabete e di intervenire tempestivamente per evitare complicazioni. Inoltre, è un'occasione per discutere con l'endocrinologo eventuali problemi legati alla gestione del diabete, come ad esempio difficoltà nell'insulina o nella dieta, e per ricevere consigli e supporto.

Inoltre è importante sottolineare che anche le persone che hanno un alto rischio di sviluppare il diabete, come ad esempio i soggetti con obesità o con familiarità per il diabete, dovrebbero sottoporsi a una visita diabetologica per valutare il loro stato di salute e prevenire lo sviluppo della malattia.

La visita diabetologica è anche importante perché permette di valutare l'efficacia del trattamento attuale e apportare eventuali modifiche per ottenere un controllo ottimale della glicemia. L'endocrinologo può infatti aiutare il paziente a regolare la dose di insulina o di farmaci antidiabetici, a stabilire un piano alimentare adeguato e a programmare un'attività fisica regolare.

La visita diabetologica è quindi un occasione per i pazienti con diabete per ricevere supporto e consigli per gestire la malattia. Il medico endocrinologo ha possibilità di seguire il caso e di intercettare potenziali problemi che possono diventare complicazioni serie, se non fermati in tempo.

 

Il piede diabetico è una complicanza comune del diabete, causata dalla combinazione di danni ai nervi, vasi sanguigni e muscoli. Il diabete può causare danni ai nervi conosciuti come neuropatia diabetica, che può causare dolore, intorpidimento o formicolio ai piedi. Inoltre, il diabete può causare una riduzione del flusso sanguigno ai piedi, rendendo più difficile per i piedi guarire in caso di lesioni.

 

La visita con l’endocrinologo per il piede diabetico

Il ruolo dell'endocrinologo è quello di aiutare i pazienti diabetici a prevenire e gestire il piede diabetico. L'endocrinologo può consigliare i pazienti su come controllare i livelli di zucchero nel sangue, per evitare complicanze del diabete, e può anche indirizzare i pazienti verso un podologo per la cura del piede.

L'endocrinologo può anche esaminare i piedi dei pazienti diabetici per identificare eventuali problemi, come lesioni, infezioni o ulcere. In caso di problemi, può consigliare trattamenti come la pulizia dei piedi, medicazioni, o persino la chirurgia, per evitare complicanze più serie.

L'endocrinologo può anche consigliare sulle calzature adatte per i pazienti con piede diabetico e sull'importanza di un'adeguata igiene del piede. Inoltre, può educare i pazienti su come riconoscere i segni precoci di complicanze del piede diabetico e su come prevenirle.

E' importante che i pazienti diabetici si sottopongano regolarmente a controlli dall'endocrinologo per evitare complicanze del diabete.

 

Una collaborazione tra specialisti

Durante la visita con l’endocrinologo per il piede diabetico, in base alla condizione che si presenta, può avvenire una collaborazione con gli altri professionisti della salute.

Nel nostro centro medico a Savona collaborano anche esperti della chirurgia vascolare come il dott. Ghiglino (specialista di chirurgia vascolare) ed il dott. Perdonò (specializzati in diagnosi ecocolordoppler).

 

Il piede di Charcot, noto anche come piede diabetico doloroso deformato, è una complicanza grave del diabete che colpisce i nervi, i vasi sanguigni e le ossa del piede. Il piede di Charcot è caratterizzato da una perdita di sensibilità e una deformità progressiva del piede, che può portare a ulcere, infezioni e persino amputazioni.

Il piede di Charcot si sviluppa solitamente nei pazienti con diabete di lunga durata e con una neuropatia diabetica, una complicanza del diabete che colpisce i nervi. La neuropatia diabetica può causare una perdita di sensibilità nel piede, rendendo difficile per il paziente sentire dolore, calore o freddo. Ciò può portare a lesioni al piede che non vengono notate e curate, causando danni ai tessuti e una deformità del piede.

 

L’importanza della visita endocrinologica nel piede di Charcot

La visita endocrinologica è essenziale per prevenire e gestire il piede di Charcot. Un’altra utilità della visita è l’educazione dei pazienti diabetici nel riconoscimento dei primi segni della patologia.

L'endocrinologo può esaminare i piedi del paziente per identificare eventuali segni di neuropatia diabetica e piede di Charcot. Inoltre, può consigliare trattamenti per controllare i livelli di zucchero nel sangue e prevenire ulteriori danni al piede.

La prevenzione è fondamentale per evitare il piede di Charcot e gli endocrinologi sono in grado di educare i pazienti diabetici su come riconoscere i primi segni e su come prevenire questa complicanza. E' importante che i pazienti diabetici si sottopongano regolarmente a controlli dall'endocrinologo per identificare precocemente eventuali problemi e intervenire tempestivamente.

 

Collaborazione con gli altri specialisti

In base alla situazione che viene identificata in visita, l’endocrinologo può indirizzare i pazienti verso un podologo o un ortopedico per la valutazione e trattamento del piede di Charcot.

Il nostro centro a Savona vanta diversi specialisti medici e tale collaborazione avviene all’interno del nostro centro, così da offrire un servizio di eccellenza al paziente.

 

Come prenotare una visita